MUSEO STORICO DEL BOTTONE" SANDRO PARTESOTTI"

MUSEO STORICO DEL BOTTONE" SANDRO PARTESOTTI"
Nella cornice di un'antica casa colonica restaurata con attenzione filologica, è possibile visitare una singolare MOSTRA DI BOTTONI d'epoca(dal 1600 al 1970), provenienti da ogni parte del mondo, esposti da una collezionista esperta d'arte e antiquariato. Il materiale esposto costituisce una testimonianza storica e di costume rappresentando eventi, personaggi, le conquiste dell'uomo, la natura, la letteratura, l'arte: in molti casi i bottoni stessi sono espressione di un'arte minore in cui sono evidenti le caratteristiche stilistiche di un momento culturale. Anche i materiali con cui sono fatti sono strettamente legati all'epoca di produzione e presentano una grande varietà: legno, osso, corno, pelle, semi, tartaruga, ferro, ottone, argento, rame, peltro, madreperla, vetro, porcellana e vari tipi di plastica a seconda dell'epoca di produzione: celluloide e bachelite dall'800 alla II guerra mondiale, galalite, plexiglas, resina nel `periodo successivo. La loro qualità rimanda al ceto sociale a cui i bottoni erano destinati; così come i processi di produzione sono in relazione al progresso industriale che abbandona gradualmente l'artigianato e la manualità per la produzione meccanica e seriale. Tuttavia certe tecniche di produzione e rifiniture a mano sono convissute di frequente con il processo industriale fino alla metà del secolo scorso con la passamaneria, le conterie veneziane, la decorazione su porcellana, gli smalti e sopravvivono ancora oggi per lo più in pezzi di oreficeria . Nell'esposizione si possono vedere grandi bottoni luccicanti di strass o perle d'acciaio che facevano brillare sfarzosi abiti maschili del `700 (le signore non usavano bottoni all'epoca),bottoni francesi da caccia con immagini in tema, 999 bottoncini americani dell'800 di vetro lavorato con ogni possibile tecnica vetraria e una storia molto romantica, bottoni fatti a Murano a press papier, ad avventurina, a murrine, altri a micro mosaico o dipinti sottovetro del XVIII secolo.Ci sono quelli in metallo di fine `800 che rappresentano personaggi di opere liriche e teatrali o storici e bottoni variopinti a smalto su rame delle tradizionali manifatture francesi, usati dalla haute couture negli anni '50 del `900. La collezione si ferma agli anni'70 con qualche riferimento significativo all'attualità con pezzi unici di artigianato artistico. Affiancano l'esposizione dei bottoni antichi originali creazioni della collezionista e curatrice che usa principalmente vecchi bottoni per fare spille,collane,decorazioni ,arazzi e quadri .

Note

L'ingresso è GRATUITO. L'accesso avviene ogni giorno previo accordo telefonico al 349/2692051 Visite Gratuite Individuali e di Gruppi con possibilità di sosta sotto il portico IL Museo fa parte del CIRCUITO WIGWAM WORLD

Servizi

  • SERVIZI IGIENICI ATTREZZATI
  • PARCHEGGI RISERVATI
  • SPAZI VERDI ESTERNI AL MUSEO
Periodi e orario di apertura ORARI: Invernale:dalle 15 alle 18-Estivo: dalle 16 alle 19 ( Per le scolaresche anche dalle h 10 alle 13) CALENDARIO: Aperto tutto l'anno eccetto i periodi: dal 10 al 31 luglio; dal 17 al 31 agosto; dal 12 al 31 gennaio CHIUSO IL VENERDI EVENTI CULTURALI: Da giugno 2013 il 1° e il 2° venerdi di ogni mese si terranno serate culturali sotto il titolo CULTURA DA VIVERE