BASILICA DI S.ANTONIO

  • P.ZZA DEL SANTO - 35100 - PADOVA
  • Tel. +39 049 8225652 Fax. +39 049 8789735
  • Sito internet: non disponibile
  • E-mail: infobasilica@santantonio.org
BASILICA DI S.ANTONIO
Basilica di Sant'Antonio è il centro religioso più importante della città e meta di migliaia di pellegrini che ogni anno e in particolare il 13 giugno, festa del Santo invadono la città per la famosa processione. La Basilica fu iniziata nel 1232 per custodire la tomba del frate francescano Antonio, morto a Padova nel 1231 La vasta costruzione presenta nella sua complessa struttura una caratteristica fusione di stili: elementi romanici nella facciata a campana, gotici nella pianta del deambulatorio con le sette cappelle bizantini nelle otto cupole rivestite in piombo e moreschi nei due campanili sottili e slanciati. Il tempio fu subito oggetto di attenzioni e cure anche da parte del Comune di Padova che chiamò i più valenti artisti per decorarloa partire da Giotto che pare lavorò per il Capitolo dei Frati nell'attuale omonimo chiostro. Le tre porte in bronzo sono state realizzate dall'architetto Camillo Boito (1895). L'interno a croce latina e a tre navate che si uniscono in semicerchio dietro la tribuna dove si aprono nove cappelle radiali è un concentrato di capolavori. Attirano la nostra attenzione soprattutto i monumenti funebri di medici guerrier prelati letterati. A Michele Sanmicheli si devono il Monumento al cardinale Pietro Bembo e quello in onore del nobile veneziano Alessandro Contarini. La prima cappella in cui riposa il Gattamelata fu edificata in stile gotico nel 1458 su richiesta della moglie per accogliere la tomba del marito condottiero. Superata la Cappella del Crocifisso o del Sacrocuore incontriamo la Cappella di S. Giacomo o di S. Felice che rappresenta uno straordinario esempio di arte gotica veneziana. Sopra la cappellal'organo tardo ottocentesco che conta ben 4189 canne. Al di là della sagrestia con armadio quattrocentesco la trecentesca Sala del Capitolo ospita un frammento di Crocifissione attribuita a Giotto e brani di affreschi della sua bottega. L'altare maggiore è preceduto da una balaustra in marmo rosso (1661) con le statue della Fede Carità Temperanza e Speranza di Tiziano Aspetti (1593). Alle pareti dodici bassorilievi in bronzo che rappresentano scene dell'Antico Testamento di Andrea Briosco e Bartolomeo Beliamo. L'altare maggiore è uno dei monumenti più prestigiosi della Basilica L'altare fu ideato ed eseguito tra il 1443 e il 1450 da Donatello che fu anche autore delle sculture in bronzo dorato che adornano l'altare. Un grande Crocifisso sovrasta la Madonna col Bimbo seduta in trono circondata dalle statue dei Santi protettori di Padova Di Donatello è anche, dietro l'altare, la Deposizione in pietra, mentre il monumentale candelabro (1507-1515) con figurazioni sacre e allegoriche a sinistra è di Andrea Briosco Il deambulatorio si apre sulla serie di cappelle, di cui la maggiore ospita il Tesoro, fu eretta in stile barocco. Qui sono custodite le numerose reliquie tra le piu' venerate la lingua e il mento del santo.Bellissimi sono pure i chiostri del convento: il Chiostro del Noviziato,ilChiostro del Capitolo o della Magnolia,il Chiostro del Generale e il Chiostro del Museo Antoniano La Biblioteca Antoniana si trova al piano superiore del Chiostro del Generale istituita nel XIII sec e contiene oltre 85.000 volumi tra cui numerosi manoscritti alcuni risalenti al IX-X secolo.

Note

orario di apertura: tutti i giorni,ore 9.00-13.00/14.00-18.00